PA-RA-DA

un Film di Marco Pontecorvo

 
 
Home Casting La storia La regia Biografie Trailer Gallery Backstage Parada Guestbook Contatti @
 
 BIOGRAFIE

 

Il regista: Marco Pontecorvo www.marcopontecorvo.com

Marco Pontecorvo ha una formazione classica e tecnica. Apprezzato
direttore della fotografia (L’ultima legione, Roma, Firewall, Eros,
Perduto amor, tra i suoi molti film), esordisce alla regia con il
pluripremiato corto Ore 2, calma piatta, interpretato da John
Turturro. Pa-ra-da è il suo lungometraggio di esordio.

Filmografia come direttore della fotografia:
My One and Only di Richard Loncraine (in lavorazione)
L’ultima Legione di Doug Lefler (2007)
Roma  (serie Tv diretta da Michael Apted, Allen Coulter, Alan Poul, Steve Shill, Timothy Van Patten, Alan Taylor, John Maybury 2005 – 2007)
Firewall di Richard Loncraine (2006)
Eros episodio “Il filo pericoloso delle cose” di Michelangelo Antonioni (2004)
Perduto Amor di Franco Battiato (2003)
My House in Umbria di Richard Loncraine (2003)
Voci di Franco Giraldi (2000)
L’ospite di Alessandro Colizzi (1998)
Le Ragazze di Piazza di Spagna di Riccardo Donna e Gianfranco Lazotti (1998)
In Barca a Vela Contromano di Stefano Reali (1997)
La Tregua di Francesco Rosi (1997)
Filmografia come regista:
Pa-ra-da (2008)
Ore 2: calma piatta (2006)

Attore: Jalil Lespert 

Figlio di Jean, “pied noir” partito dall’Algeria dopo la decolonizzazione e anche lui attore, Jalil ha lavorato con molti registi, soprattutto francesi, e fra questi più volte con Laurent Cantet: Risorse umane del 2000, ma anche Les Sanguinaires del 1997 e Jeux de la Plage del 1995, accanto al padre Jean. L’interpretazione che l’ha reso famoso è quella di Antoine Moreau in Le passeggiate di Campo di Marte di Robert Guédiguian (2005), che l’anno successivo lo dirige in Viaggio in Armenia. Tra i suoi film ricordiamo anche: Mai sulla bocca di Alain Resnais (2003) e Sade di Benoît Jacquot.

Filmografia come regista, sceneggiatore:
Come regista e sceneggiatore ha diretto 24 mesures nel 2007 e De retour nel 2005

Attrice: Evita Ciri

Figlia d’arte (la madre è Paola Pitagora) Evita Ciri si diploma all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico di Roma e all’ “Actor Center-Roma” presso lo Strasberg Institute di New York. Frequenta la scuola del “Teatro Blu” diretta da Beatrice Bracco.

Al cinema ha interpretato, Figli/Hijos (2001) di Marco Bechis, Riconciliati di Rosalia Polizzi (2002) e tre cortometraggi diretti da Duccio Chiarini: Troppo caldo per Birillo (2005), Dopodomani (2006) - di cui è anche coautrice della sceneggiatura - e Lo Zio (2008).

Lavora molto a teatro diretta, tra gli altri, da Beatrice Bracco in Regole di vita e Oltre il giardino, da Irene Papas in Ecuba, da Paola Pitagora in Fiato d’artista e Magnificat e da Giancarlo Sepe in Amata mia.


Attore: Gabriel Rauta

Per la prima volta sullo schermo, dopo una ricca esperienza teatrale.

 

 

 


Attore: Daniele Formica

Classe 1949, Daniele Formica nasce a Drogheda (Irlanda). 60enne, il 10 Giugno e nasce sotto il segno dei Gemelli.
La sua principale attività nel mondo del cinema è quella di interprete e tra i lavori più interessanti possiamo citare la partecipazione nel film Pa-ra-da (2008) di Marco Pontecorvo dove ha interpretato la parte di Don Guido. Il film è uscito proprio in questi giorni nelle sale cinematografiche italiane e distribuito da 01 Distribution da venerdì 19 settembre.
Nel 1979 ha inoltre lavorato con Giuliano Montaldo per la realizzazione del film Il giocattolo dove ha interpretato la parte di Gualtiero, l'istruttore di tiro.
Oltre al ruolo di interprete Daniele Formica ha lavorato come assistente alla regia nel film fantastico di Luigi Di Gianni Il tempo dell'inizio (1974).


Attore: Patrice Juiff  website

Dal 1993 lavora in numerosissime serie televisive d’oltralpe. Al cinema ha lavorato in Il tempo ritrovato di Raoul Ruiz (1999), Pas de scandale (1999) e Adolphe (2002) entrambi di Benoît Jacquot, Après le combat di Marc Ponette (2003).

 


Compositore : Andrea Guerra  www.andreaguerra.it

Nato a Santarcangelo di Romagna nell'ottobre del 1961, studia arrangiamento e composizione a Bologna con il maestro Ettore Ballotta.

Ha realizzato più di 60 colonne sonore collaborando con registi come l'irlandese Terry George, l’americano Griffin Dunne, il turco Ferzan Ozpetek, il cinese Zhang Yuan, Gabriele Muccino, Marco Bechis, Giuseppe Bertolucci, Giuseppe Ferrara, Roberto Faenza, Roberta Torre, Vincenzo Marra e Mariasole Tognazzi.

Nell'ultimo anno, Guerra si è dedicato ad una serie di progetti interessanti, fra i quali:

The Accidental Husband, una commedia sentimentale del regista ed attore New Yorkese Griffin Dunne. Protagonisti Uma Thurman, Colin Firth e Jeffrey Dean Morgan; Dada's Dance, una trama d’amore e introspezione dal regista cult cinese Zhang Yuan; La Terra degli Uomini Rossi, un film di Marco Bechis sull'estinzione delle tribù nella giungla brasiliana; Un Giorno Perfetto, l'ultimo film del regista turco Ferzan Ozpetek tratto dall’omonimo romanzo di Melania Mazzucco;


Ispiratore della storia : Miloud Oukili

Miloud Oukili nasce ad Algeri (Algeria) il 3 gennaio 1972 da padre algerino e madre francese. Ancora piccolissimo si trasferisce con la famiglia in Francia, dove frequenta la scuola di circo di Annie Fratellini.

L’incontro con i ragazzi di strada di Bucarest avviene nel 1992 quando Miloud è in Romania dove ha scelto di fare il servizio civile con Handicap International.

La strada evidenzia una radicalità di vita molto forte. Sulla strada si incontra tutta la pesantezza di modalità di vita dure, spartane, al limite della sopravvivenza, ma anche la fantasia del sempre nuovo, la curiosità su tutto ciò che transita, sia che si fermi per un rapporto strumentale o più profondo, oppure che transiti e basta. L’incontro, nato dall’energia di un Clown, è diventato una sorta di provocazione continua, reciproca, dialettica e forte. E’ stata anche l’accoglienza di un’invocazione di aiuto e la promessa di risposte adeguate. E’ stato infine l’incontro evocativo di sentimenti umani che vanno al di là della sofferenza, del lamento, della lotta sociale per diventare purezza di espressione, evocazione di un mondo migliore.

Mostrare se stessi nella propria autenticità vuol dire offrire umanità, cultura, poesia.

Ed è con questi strumenti che Miloud dona ai giovani che vivono per le strade di Bucarest quelle opportunità che dovrebbe essere garantite a tutti i bambini del mondo.

Forte di questo principio e realmente convinto dell’interesse e dell’urgenza di creare un contatto con i ragazzi di strada, Miloud lavora dapprima sei mesi come volontario con Terre des Hommes e, una volta concluso il progetto, continua faticosamente da solo. L’associazione francese “Rue, Enfants, Ville” lo finanzia e gli permette di realizzare un primo programma a Bucarest. Attraverso la vita vissuta in comune per le strade e a stretto contatto con i bambini/ragazzi, Miloud trasmette la sua tecnica e il suo linguaggio e insegna a sorridere e a riconquistare la vita col sorriso. Un anno più tardi, insieme a un gruppo di ragazzi che ha deciso di accettare la sfida, viene montato il primo spettacolo.

Nell’agosto del 1994 i ragazzi partecipano al Festival d’arte medioevale di Sighisoara. L’esibizione riscuote un reale successo, in particolare da parte degli operatori dei servizi sociali e culturali. Tutti concordano sull’importanza di sviluppare l’esperienza. La riuscita dell’impresa, gli applausi, l’orgoglio di un duro lavoro, trasmettono ai giovani il desiderio di cambiare vita e di abbandonare la vita di strada.

Per garantire continuità all’impresa, nel dicembre 1996 Miloud crea “Fundatia PARADA”, una struttura locale, indipendente dove sviluppare attività artistiche intorno al concetto di reintegrazione.

Attraverso Fondazione Parada, Miloud offre loro incontri sulla strada, ascolto in un Centro diurno, accoglienza in luoghi protetti e proposte progettuali finalizzate a costruire un futuro migliore.

Ora, al fianco di Miloud e di Fondazione Parada, c’è Parada Italia in consorzio col G.R.T. Gruppo per le Relazioni Transculturali che attraverso la campagna Un naso rosso contro l’indifferenza offre a Bucarest supporto organizzativo, progettuale, economico e formativo.

Miloud per diffondere il progetto in atto a Bucarest partecipa a convegni e insieme ai giovani di Fondazione Parada tiene spettacoli in vari Paesi europei come Romania, Ungheria, Germania, Belgio, Portogallo, Francia e in particolare in Italia.

In Italia gli spettacoli di Miloud con i ragazzi di Bucarest sono strutturati in tournée che hanno una valenza di scambio relazionale che fortifica i giovani attraverso l’acquisizione di modelli diversi rispetto al loro vissuto; inoltre sono ambasciatori, non solo del loro progetto ma sono anche la voce di tutti quei bambini e ragazzi ai quali i diritti sono negati.

 



 Sito promozionale -   webmaster Darann